Heroes Reborn: i dettagli dei tie-in

Dopo l’annuncio del nuovo evento che nasce dalle pagine di Avengers, Heroes Reborn, i dettagli iniziano ad essere annunciati dalla Marvel. Vediamo un po’ come sarà strutturata la miniserie che racconterà la vicenda principale e di cosa tratteranno gli speciali di contorno previsti.

Heroes Reborn: i dettagli della miniserie principale

Le prime quattro copertine di Heroes Reborn: i dettagli trapelati finora indicano vari autori al lavoro
Il quadrittico formato dalle copertine dei primi 4 numeri di Heroes Reborn disegnate da Leinil Francis Yu. Clicca per ingrandire l’immagine.

La miniserie portante di Heroes Reborn uscirà a maggio, a cadenza settimanale. I quattro numeri annunciati presentano delle copertine di Leinil Francis Yu che, affiancate, andranno a comporre un unico grande disegno incentrato sul mondo in cui gli Avengers non sono mai esistiti e lo Squadrone Supremo ricopre il ruolo degli eroi più potenti della Terra.

La copertina del primo numero raffigura Blade, che sembrerebbe essere l’unico in questo nuovo universo a ricordare la realtà originaria, un po’ come Bishop nella classica Era di Apocalisse. Nella copertina si vedono altri Avengers che in questo universo non sono mai diventati eroi: Tony Stark, costruttore d’armi, Carol Danvers, pilota, Jen Walters, avvocato e Robbie Reyes, che non sembra legato allo Spirito della Vendetta.

Nel secondo numero vediamo Hyperion fronteggiare Hulk, mentre assistono Peter Parker, in qualità di fotografo, e i due agenti dello SHIELD Reed Richards e Ben Grimm. Nel terzo numero i protagonisti sono il velocista Blur e Silver Witch, la strana amalgama dei gemelli Maximoff. Infine, nel quarto numero si vede Dr. Spectrum fronteggiare Thanos, in possesso degli Anelli dell’Infinito.

A parte il primo, ogni numero presenta, oltre alla storia principale realizzata da Jason Aaron e Ed McGuiness, anche una storia d’appendice che approfondisce le vicende di altri personaggi nel nuovo universo, affidata ai disegnatori Dale Keown, Federico Vicentini e James Stokoe.

Nel secondo numero vedremo un storia incentrata su Blade, mentre nel terzo ci addentreremo nel manicomio Ravencroft e conosceremo l’ultimo paziente ammesso, l’enigmatica Phoenix. Infine, nel quarto numero vedremo entrare in azione Rocket Raccoon e Star-Lord, e conosceremo la versione di questo universo dei Guardiani della Galassia.

Heroes Reborn: i tie-in annunciati

Oltre alla miniserie portante, sono stati annunciati alcuni speciali one-shot che approfondiscono la storia di questo universo, scavando nel passato di alcuni dei protagonisti e offrendo uno sguardo sulle versioni di questa realtà di alcuni altri eroi del Marvel Universe.

Young Squadron

Se lo Squadrone Supremo è la versione Marvel della Justice League, è naturale vedere anche una sorta di omaggio ai Teen Titans o alla Young Justice. Nello speciale Heroes Reborn: Young Squadron vedremo i tre giovani eroi colonne dei Champions dell’universo regolare assumere le identità di giovani controparti degli eroi dello Squadrone.

Copertina di Heroes Reborn: Young Squadron di Karl Karschl
Copertina di Heroes Reborn: Young Squadron di Karl Karschl

Kamala Khan diventa quindi Girl Power, in omaggio a Power Princess, mentre Sam Alexander è Kid Spectrum. Miles Morales indossa il costume di Falcon, che in questa realtà sembrerebbe essere l’apprendista di Nighthawk.

Gli autori di questo one-shot sono Jim Zub, già sceneggiatore di Champions, e Steven Cummings.

Hyperion & the Imperial Guard

Continuando con i parallelismi con l’universo DC, la Guardia Imperiale Shi’Ar fu creata come omaggio alla Legione dei Supereroi della Distinta Concorrenza. In questo speciale quindi si ripercorrono le gesta di Superboy, affiancando un giovane Hyperion alla Guardia Imperiale.

Copertina di Heroes Reborn: Hyperion & the Imperial Guard di Chris Sprouse
Copertina di Heroes Reborn: Hyperion & the Imperial Guard di Chris Sprouse

Inoltre, oltra quella che sembra un’avventura contro la Covata nella Zona Negativa, ci sarà una speciale preview di una nuova serie dedicata agli Starjammers, i Predoni Stellari. La storia di Hyperion e della Guardia Imperiale sarà scritta Ryan Cady e disegnata da Michele Bandini.

Magneto & the Mutant Force

Che fine hanno fatto i mutanti in questo nuovo universo? A quanto pare Magneto e il Professor X avevano guidato una forza composta da mutanti contro lo Squadrone Supremo, avendo la peggio in quello che è passato alla storia come il Massacro Mutante, che si è concluso con Xavier morto e Magneto costretto in una sedia a rotelle.

Xavier però è ancora vivo nel piano astrale, e Magneto dovrà guidare una Mutant Force tutta femminile. A giudicare dalla cover, almeno, che vede protagoniste Emma Frost, Rogue, Frenzy e Sabra, in una missione che li costringerà a fronteggiare nuovamente lo Squadrone.

Copertina di Heroes Reborn: Magneto & the Mutant Force di Nick Bradshaw
Copertina di Heroes Reborn: Magneto & the Mutant Force di Nick Bradshaw

Questo speciale è firmato da Steve Orlando, autore anche del rilancio di Man-Thing in occasione del 50° compleanno, e da Bernard Chang.

Peter Parker, the Amazing Shutterbug

Ancora un altro rimando al mondo della DC Comics: come visto nei vari teaser, Peter Parker in questo universo non è Spider-Man, ma un fotografo del Daily Bugle, nonché amico di Hyperion, in un ruolo simile a quelli di Jimmy Olsen nelle storie di Superman.

Copertina di Heroes Reborn: Peter Parker, the Amazing Shutterbug
Copertina di Heroes Reborn: Peter Parker, the Amazing Shutterbug di Mike McKone

Non sappiamo come si è arrivato a questo Heroes Reborn: i dettagli li scopriremo nei prossimi numeri di Avengers, probabilmente. Ma sappiamo che in questo universo Peter Parker non è mai stato morso dal ragno radioattivo. In questo mondo è diventato il fotografo del Daily Bugle regolarmente assegnato alle gesta dello Squadrone Supremo e del suo grande idolo Hyperion. A raccontarne la vicenda saranno Marc Bernardin e Rafael De Latorre.

Siege Society

L’ultimo speciale riprende i classici Thunderbolts: guidati dal Barone Zemo, gli ex Signori del Male in questa realtà non si sono mai redenti e sono rimasti criminali. La formazione del gruppo vede personaggi che nell’universo classico sono diventati eroi, ma che qui sono rimasti criminali come erano agli esordi: Black Widow, Ant-Man, Hawkeye, oltre a Silver Witch che è una sorta di fusione tra Quicksilver e Scarlet Witch.

Copertina di Heroes Reborn: Siege Society di Ken Lashley
Copertina di Heroes Reborn: Siege Society di Ken Lashley

La formazione di questo gruppo è completata poi da Sabretooth. La storia dello speciale, scritta da Cody Ziglar e disegnata da Paco Medina, vedrà questa Siege Society (nome che riprende la classica saga Under Siege degli Avengers) scontrarsi con la sezione europea dello Squadrone Supremo, fondata da Nighthawk in seguito ad una non meglio precisata Civil War avvenuta tra due fazioni dello squadrone, una guidata dall’emulo di Batman e l’altra da Hyperion.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *